segreteria@proctocenter.it - Tel.:06 66514230
Non c’è soluzione alla fistulectomia?

Non c’è soluzione alla fistulectomia?

NEWS_LAST_GRANDE“Da alcune settimane ho un gonfiore vicino all’ano dolente. Il medico mi ha consigliato una pomata per emorroidi, inefficace, e, dopo due giorni di febbre, ho notato la comparsa di liquido giallo sugli slip. Il chirurgo ha diagnosticato una fistola perianale suggerendo la fistulectomia. È l’unica possibilità?”

DOTT. CARLO RATTO
Chirurgo colonproctologo, ist. clin. chirurgica pol. univ. Gemelli, Roma

La fistola perianale è una patologia diffusa spesso confusa, a causa di sintomi simili, con la malattia emorroidaria, pur essendo del tutto diverse tra loro. Il primo consiglio è studiare origine, percorso e sede del tragitto fistoloso tramite ecografia endoanale. Quest’esame, poco invasivo e di semplice esecuzione, permette al chirurgo di pianificare al meglio l’intervento chirurgico. In verità l’unico tipo di terapia efficace è chirurgica. Un discorso ampio e complesso riguarda il tipo di intervento: non ne esiste in assoluto uno migliore di un altro. Per ridurre al massimo il rischio di recidiva e di incontinenza fecale, il proctologo ha un ventaglio di opzioni chirurgiche ampio: la fistulectomia è una di queste. È fondamentale “ritagliare su misura” l’intervento adattandolo alle caratteristiche della fistola. Per tale motivo è importante rivolgersi ad un centro proctologico con ampie esperienza.

 

Fonte: La Repubblica –Salute, 2 luglio 2013, a cura di Elvira Naselli

  • 3 Ago, 2012
  • Posted by ADMINISTRATOR
  • 1 Tags
  • 0 Comments

CATEGORIES News

COMMENTS